L'Associazione

Culture Attive

Sede distaccata di Trieste

Visioni in Movimento nasce nel 2017 all'interno dell'associazione Culture Attive di San Gimignano unendo le idee e la creatività di Giuseppe Gori Savellini (allora membro dell'associazione Visionaria di Siena presieduta da Mimmo Manes e poi da Roberto Dini) e di Giulio Kirchmayr (allora nell'Associazione Mattador di Trieste), sostenuti dalla presidente di Culture Attive Gianna Tinacci e da Piero Caenazzo (presidente di Mattador).

Nel 2019 i due curatori del progetto, Giuseppe e Giulio, rendono l'iniziativa indipendente ed autonoma con l'obiettivo di sviluppare nuove edizioni in Italia, in Europa e nei paesi che si affacciano al Mediterraneo. Il direttore è il regista Matteo Oleotto, che ha creduto in questa avventura fin dai primi chilometri.

Nella sede distaccata di Trieste dell'Associazione Culture Attive entrano a far parte coloro che hanno creduto all'iniziativa fin dalla sua prima edizione: Luca Gabadi, Piero Caenazzo e Gianna Tinacci, alcuni dei giovani vincitori Ludovica Mantovan e Filippo Gobbato ed i tutor Luca Illetterati, Fabio Marson e Angela Gorini, oltre al Direttore della Scuola di Cinema senza Sedie il regista Matteo Oleotto.

iquattrofrancigeni.jpg

Febbraio 2017 - Sulla francigena durante i sopralluoghi per la prima edizione, da sinistra Giulio Kirchmayr, Giuseppe Gori Savellini, Luca Gabadi e Piero Caenazzo - foto Giulia Maestrini